Mawaru-Penguindrum


Kunihiko Ikuhara è uno dei pochi veri creativi nel panorama dell’animazione Nipponica. Dopo una breve parentesi alla Toei Animation, dove ha diretto alcune serie di Sailor Moon, Ikuhara da le dimissioni in cerca di indipendenza creativa, e, nel 1998 crea e dirige l’acclamato, ambiguo e bellissimo La Rivoluzione di Utena. Dopo 12 anni di assenza dalla scena, Ikuhara torna ad ideare un anime.

Mawaru-Penguindrum parte lentamente, per poi, dopo 3 o 4 episodi, prendere ritmo rivelando tutto il suo potenziale.
Il destino, il sacrificio e la condivisione del bene e del male: questo è lo spessore di cui è intrisa la serie. Il destino di Himari e dei suoi fratelli che si sacrificano per lei e per trovare il misterioso Penguindrum. La sceneggiatura funziona come tessere di un puzzle che si incastrano perfettamente l’una con l’altra, in un cerchio che avvolge i personaggi.

Ancora una volta Ikuhara rompe gli stereotipi visivo-narrativi dell’animazione Giapponese con espedienti metaforici simili a quelli di Yuasa, (geniale la trovata di stilizzare e rendere bianche le comparse sullo sfondo) per questo CAPOLAVORO, il cui unico difetto sta nell’eccesso di simbolismo concettuale dell’autore.

Per il resto, Mawaru-Penguindrum è una produzione di altissimo livello; dalle musiche (splendide le due opening), alle animazioni, al character design, per quello che è l’anime nettamente migliore dell’anno scorso.

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. Lady Justice
    Mag 18, 2012 @ 10:12:08

    Sembra ottimo! Utena era un prodotto molto particolare. Appena rientrerò in “fase anime” gli darò uno sguardo. 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: