Goshu il violoncellista


Nel 1982 Isao Takahata dirige un piccolo gioiello di rara finezza visivo-narrativa: Goshu il violoncellista è un breve film tratto da una fiaba dello scrittore Kenji Miyazawa, dalle atmosfere lievi e delicate.

Lontano anni luce dal buonismo insulso e speculativo tipicamente Americano, Goshu il violoncellista è un prodotto culturalmente elevato e non scontato.

Goshu è un giovane violoncellista dell’orchestra locale. L’ inesperto ragazzo non sente il ritmo e viene spesso rimproverato dal maestro. Costretto ad allenarsi prima del concerto, Goshu riceve la visita di una serie di animali (un gatto, un cuculo, un tasso e un topolino) che lo aiutano ad imparare a suonare.

Al di là dei toni fiabeschi, capaci di creare empatia fra Goshu, gli animali e lo spettatore, questo film è un capolavoro di tecnica: Takahata dirige mostrando una competenza registica straordinaria, alternando primi piani a campi lunghi che valorizzano l’ambientazione bucolica; e creando momenti onirici che esaltano i pezzi musicali.

Un esercizio di stile, non fine a se stesso, ma teso a fare arte !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: