Death billiards

Death billiards è un corto del 2013 per Anime Mirai, prodotto dalla Mad House. La storia, che coinvolge da subito lo spettatore, è ambientata in un locale molto particolare, dove si arriva per mezzo di un ascensore. Uno strano barman invita un giovane ed un anziano a giocare una partita di biliardo con delle regole molto ambigue.

Death billiards si distingue per un character design realistico ed una atmosfera accattivante. 28 minuti forse non sono sufficienti per esprimere al meglio il contenuto di questo anime, ma il regista e sceneggiatore riesce mescolare bene gli elementi psicologici per un buonissimo prodotto finale.

 

L’altra animazione Giapponese

Non ci sono soltanto gli anime più conosciuti, quelli dell’industria seriale che negli ultimi anni ha prodotto orrori per otaku segaioli. Esiste anche un’animazione Giapponese sperimentale che, talvolta, riesce a bucare i confini del web, per arrivare al pubblico maturo.

Un esempio è questa raccolta di corti disponibile su Youtube.

Rain town, in particolare, è gioiello di rara finezza visiva e narrativa; un capolavoro che gioca con la poesia della pioggia e una straordinaria musica di sottofondo.

Pale Cocoon

Sperimentazione: questa era una delle caratteristiche principali dell’animazione Giapponese fino a qualche anno fa. Ora, causa anche la crisi economica mondiale, sono sempre meno gli anime sperimentali, e sempre di più quelli puramente commerciali.
Yasuhiro Yoshiura è un autore di cortometraggi, (seguite i corti, spesso sono migliori delle serie), un’indipendente che se ne frega di fare merchandising e realizza perle come questa: Pale Cocoon è un corto di fantascienza che narra di una Terra distrutta e resa inabitabile dall’inqinamento. Un gruppo di scienziati archivisti recupera e analizza i files audio/video lasciati dalle precedenti generazioni per capire gli eventi…

Yoshiura riempie lo spazio di eterni silenzi e di lunghissime soggettive che, unite ad una C.G. ben calibrata, danno la sensazione di un’esperienza onirica in un punto di vista spiazzante.

Difficile dire quale sia il messaggio di Pale Cocoon, in realtà i messaggi sono molteplici, ma uno sembra più evidente:” la memoria sopravvive anche senza gli uomini”.